L'esilio dei protestanti locarnesi

15,00 CHF
You save:
10,00 CHF
SKU: 911
Simona Canevascini e Piero Bianconi
Anno
2005
ISBN
978-88-8281-170-9
 Torna a: Il Laboratorio

Saggio introduttivo di Rodolfo Huber

Formato 12.5x21, 264 pp.

SECONDA EDIZIONE

Nel 1555 i Cantoni sovrani impongono ai protestanti del baliaggio di Locarno di scegliere fra l'abiura e l'esilio. Un centinaio di Locarnesi si rifugiarono nella Zurigo di Zwingli e Bullinger. Simona Canevascini analizza la vicenda in rapporto con la storia europea e svizzera. La diverse tappe del conflitto, dalla disputa tra cattolici e riformati al castello di Locarno nel 1549, fino alla decisione della Dieta di esiliare i protestanti, sono riportate dettagliatamente. L'autrice fa poi il ritratto di due dei maggiori protagonisti: Taddeo Duno e Giovanni Beccaria. Il saggio di Piero Bianconi I ponti rotti di Locarno individua nel crollo del ponte della Torretta e nella cacciata dei protestanti le cause della vita stagnante di Locarno. Se le cose fossero andate diversamente, la città avrebbe forse costituito un attivo focolaio di fervore religioso ed economico, "quasi una Ginevra insubrica". Il saggio introduttivo di rodolfo Huber descrive il contesto in cui si svolge il dibattito storico nel Ticino e il dialogo fra le religioni.