Tre generazioni

12,00 CHF
You save:
8,00 CHF
SKU: 710
Giovanni Bianconi
Anno
2011
ISBN
978-88-8281-314-7
 Torna a: Alea

Venticinque poesie in dialetto di Giovanni Bianconi

Tradotte in italiano da Vanni Bianconi
Con nota linguistica di Sandro Bianconi

Formato 15,5 x 21, 88 pp.

In occasione dei trent'anni della morte di Giovanni Bianconi, abbiamo dato alle stampe questa pubblicazione a cura del figlio Sandro e del nipote Vanni, con le traduzioni delle poesie in italiano e testi accompagnatori.
Prodotto pertanto di un'età di disincantata cognizione della vita, la poesia del Bianconi ne rispecchia fedelmente (e in questa fedeltà è il suo dono più genuino) il senso di persuasa, non disarmata accettazione: donde la costante di certa sua arguzia, la difesa di una guizzante ironia.

Egli vorrebbe, qualora le sue cose dovessere trovare un lettore (l'ipotesi è anche un augurio) tra cento e più anni, "chi gh'lassass come un güst da pan da segra": il gusto che infatti hanno, le migliori, anche per noi, con i loro suoni duri e pur sostanziosi, di asciutto sapore paesano; con gli accenti di un dialetto lombardo che già sente della roccia delle alpi, senza lussi ma fornito sobriamente del necessario per dare un nome ad ogni cosa, ad ogni operazione del vivere quotidiano.
Dante Isella, da "I versi e la sgorbia", in "Un gust da pan da segra"